Roma, Raggi blocca strada dedicata ad Almirante: “Presenterò mia mozione”

Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

Nella notte è arrivato lo stop della sindaca della capitale, Virginia Raggi. “Nessuna strada a Roma sarà dedicata a Giorgio Almirante. Domani (venerdì 15 giugno, ndr) stesso presenterò una mozione a mia prima firma”. La città quindi non avrà nessuna via con il nome del politico di destra, storico segretario del Movimento Sociale Italiano. 

La mozione di Fratelli d’Italia per intitolare una strada ad Almirante era passata in Assemblea capitolina, grazie ai voti M5S, scatenando così una nuova ondata di polemiche sul Campidoglio a guida grillina. E mentre Giorgia Meloni esultava, la comunità ebraica di Roma ha definito la decisione una “vergogna per la città”. 

Così dopo la grana dell’inchiesta sullo stadio della Roma, la sindaca sulla questione Almirante durante la registrazione della trasmissione Porta a porta è stata presa alla sprovvista: “Non sapevo nulla, mi sorprende – ha detto dopo qualche secondo di incertezza – sono qui e mi sono allontanata dal Consiglio comunale da qualche ora. Se il provvedimento è passato, vuol dire che i consiglieri si sono determinati” e alla domanda se lei sia d’accordo con la decisione ha replicato: “Il sindaco prende atto della volontà dell’aula, che è sovrana, come il Parlamento”.

Poi poco dopo la mezzanotte, il dietrofront. Con un tweet notturno la sindaca di Roma ha bloccato tutto annunciando una mozione per vietare l’intitolazione di strade ad esponenti del fascismo o che si siano esposte con idee antisemite o razziali

entra nella chat della quota vincente

ANALISI E PRONOSTICI

Ultime dal Mondo