Ius soli, Becciu: Riconoscere diritto cittadinanza e dignità persone

Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

“Personalmente noi vorremmo che si riconoscesse la dignità delle persone che arrivano in Italia e quindi a chi nasce qui venga riconosciuto il diritto della cittadinanza”. A dirlo l’arcivescovo Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, a margine della presentazione del libro ‘Francesco il papa americano’, riguardo al dibattito sullo ius soli.

Pur riconoscendo che al momento il Vaticano ufficialmente “non si è espresso”, Becciu ha ribadito che “rispettiamo il Parlamento. Come Chiesa siamo vicini a chi è nella debolezza e ha bisogno di essere protetto”.

Ieri sul tema si è espresso con durezza anche monsignor Galantino. “Quello che mi preoccupa è che partiti o formazioni politiche che hanno sempre lavorato diversamente ora stiano temendo di perdere voti. Questo è pericolosissimo: inseguire qualcun altro solo per rincorrere il successo vuol dire non fare politica, ma fare soltanto il proprio interesse”, ha detto il segretario della Cei.

entra nella chat della quota vincente

ANALISI E PRONOSTICI

Ultime dal Mondo