Londra, furgone travolge i fedeli davanti alla moschea: un morto, arrestato un sospetto

Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

Ancora paura a Londra, dove un furgone è piombato sulla folla davanti una moschea nella zona di Finsbury Park. Al momento la polizia ha confermato che una persona è rimasta uccisa. Sono dieci, secondo le autorità, le persone travolte che sono state trasportate in tre diversi ospedali dalle ambulanze arrivate sul posto. L’intera area è stata isolata dalle forze dell’ordine. L’uomo che era alla guida del furgone è stato arrestato: ha 48 anni.

L’identità dell’uomo fermato non è ancora stata rivelata. Da alcune testimonianze, si tratta di un uomo bianco di corporatura robusta che, mentre lanciava il van bianco contro i fedeli, ha urlato che voleva “uccidere tutti i musulmani“.
Secondo quanto riportano alcuni media, un imam della moschea di Finsbury Park ha evitato che la folla linciasse l’autista subito dopo l’incidente e lo ha ‘protetto’ fino all’arrivo della polizia. Tali testimonianze sono in linea con quanto affermato dalla Muslim Welfare House che ha ringraziato l’iman Mohammed Mahmoud “il cui coraggio ha contribiuto a calmare gli animi dopo l’incidente e a prevenire ulteriore spargimento di sangue”.

“A questo stadio delle indagini non ci sono altri sospetti, tuttavia il nostro lavoro continua”, ha dichiarato la polizia metropolitana di Londra. In un primo momento si era parlato anche di altre due persone sul van, che si erano date alla fuga, ma questa versione non è stata confermata dalle autorità.

ANALISI E PRONOSTICI

Ultime dal Mondo